La Regione dell’Umbria ha proceduto al riordino delle funzioni e dei compiti amministrativi in materia di agricoltura dando attuazione agli articoli 110 e 114 della Legge Regionale n. 3/1999, ed ha trasferito in via definitiva alla Comunità Montana importanti compiti e funzioni in materia di agricoltura.

Le Funzioni trasferite (art. 110 della Legge Regionale 2 marzo 1999, n. 3) sono le seguenti:

  • riconoscimento del diritto ai benefici fiscali a favore dei coltivatori diretti previsti dalla Legge 6 agosto 1954, n. 604 per la formazione della piccola proprietà contadina;
  • riconoscimento delle agevolazioni fiscali per gli imprenditori agricoli a titolo principale ai sensi della Legge 21 febbraio 1977, n. 36;
  • attestazione all’Ufficio del Registro del mantenimento dei benefici fiscali a favore degli imprenditori agricoli a titolo principale ai sensi della Legge 21 febbraio 1977, n. 36; 
  • attività connesse al servizio a favore degli Utenti Motori Agricoli con esclusione dei compiti previsti dall’articolo 18 del D.M. 6 agosto 1963;
  • rilevazioni statistiche già attribuite alle regioni dal decreto del Presidente della Repubblica n. 616 del 1977;
  • autorizzazione all’acquisto di presidi sanitari appartenenti alla I e II classe, disciplinate dall’articolo 23 del D.P.R. 3 agosto 1968, n. 1255, dall’articolo 11, comma l, lettera b) del D.P.R. 15 gennaio 1972, n. 11 e dall’articolo 66 del decreto del Presidente della Repubblica n. 616 del 1977;
  • accertamenti finalizzati all’attribuzione dei benefici previsti dall’articolo 12 della Legge 27 ottobre 1966, n. 910, come integrato dall’articolo 7 della Legge 16 ottobre 1975, n. 493, con esclusione del riparto dei fondi, delle convenzioni con gli Istituti di credito e dei rendiconti complessivi da presentare al Ministero per le politiche agricole ed al Ministero del Tesoro, che rimangono di competenza della Giunta regionale;
  • rilascio del parere della licenza relativa all’attività sementiera ai sensi della Legge 20 aprile 1976, n. 195;
  • rilascio del parere per l’abbattimento di piante di olivi ai sensi del decreto luogotenenziale 27 luglio 1945, n. 475;
  • controllo delle aziende che praticano metodi di produzione biologica previsto dalla L.R. 28 agosto 1995, n. 39;
  • autorizzazione per attività vivaistica e vendita di semi e piante ai sensi della L. 18 giugno 1931, n. 987;
  • abilitazione all’esercizio delle attività di operatore agrituristico di cui alla L.R. 14 agosto 1977, n. 28, e successive modificazioni ed integrazioni, dandone comunicazione alla Regione ai fini dell’aggiornamento dell’elenco ivi previsto;
  • individuazione degli elementi per la definitiva assegnazione delle terre incolte, abbandonate o insufficientemente coltivate ai sensi della L. 4 agosto 1978, n. 440 e della L.R. 29 maggio 1980, n. 59;
  • rilascio delle certificazioni relative al riconoscimento della qualifica di imprenditore agricolo professionale, ai fini dell’art. 8, comma 4 della legge regionale 2 settembre 1974 n. 53, come modificato dall’art. 34 della legge regionale 21 ottobre 1997, n. 31, ai fini della legge 21 febbraio 1977, n. 36 e in materia di espropriazione per pubblica utilità di cui al D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327, nonché al rilascio delle certificazioni relative al riconoscimento dell’impresa agricola di cui all’articolo 2135 del Codice Civile che possiede i requisiti previsti dall’art. 5 del regolamento del Consiglio della Comunità Europea n. 1257 del 17 maggio 1999;
  • vertenze su patti e contratti agrari ai sensi degli articoli 16, 17, 31, 46 e 50 della Legge 3 maggio 1982, n. 203;
  • richiesta dei pareri per la realizzazione di elettrodotti ai sensi dell’articolo 3, comma 6 della L.R. 11 agosto 1983, n. 31, ad eccezione di quelli che interessano i territori di più di una Comunità Montana che rimangono in capo alla Regione;
  • pareri relativi alle estinzioni anticipate alle restrizioni ipotecarie ed accolli di operazioni creditizie agrarie agevolate;
  • regime di aiuti per il ritiro dei seminativi dalla produzione di cui ai Reg. CEE n. 1272 del 1988 e n. 2328 del 1991, esercitate in conformità delle direttive regionali;
  • raccolta e alla tenuta delle dichiarazioni vitivinicole e delle dichiarazioni delle giacenze vini e/o mosti;
  • accertamenti delle condizioni richieste agli impianti viticoli per l’iscrizione all’albo dei vigneti per la produzione dei vini D.O.C.;
  • accertamenti sugli impianti viticoli connessi alla estirpazione, reimpianti e nuovi impianti;
  • rilascio del nulla-osta per accedere ai benefici per il potenziamento e lo sviluppo del patrimonio zootecnico previsti dall’articolo 5, comma unico, lettera c) della L.R. 24 aprile 1979, n. 17;
  • concessione dei benefici di cui all’articolo 3, comma 1, lettere a), b), c), d), e), h), ed i) della L.R. 22 gennaio 1986, n. 6;
  • sanzioni amministrative previste dall’art. 13 della L.R. n. 6 del 1986;
  • vigilanza di cui all’articolo 31 del D.M. 13 gennaio 1994, n. 172, in materia di riproduzione animale;
  • attuazione del Reg. CEE n. 2066 del 1992 “Premio speciale ai produttori di carni bovine e per il mantenimento delle vacche nutrici”, e del Reg. CEE n. 2096 del 1992 “Premi ai produttori di carni ovine e caprine”;
  • funzioni ed accertamenti in attuazione del Reg. CEE n. 2201 del 1996 del Consiglio del 28 ottobre 1996;
  • prelievo di campioni su prodotti finiti presso le aziende locali di trasformazione di foraggi essiccati richiedenti i benefici comunitari di cui ai regolamenti U.E. n. 603 del 1995 del Consiglio del 21 febbraio 1995, n. 785 del 1995 della Commissione del 6 aprile 1995 e n. 1794 del 1997 della Commissione del 17 settembre 1997, sulla base di direttive della Regione cui è riservata l’intera funzione di organo di controllo definita in “unico referente a livello territoriale regionale” dei regolamenti sopraindicati.
  • Concessione dei contributi previsti dal Piano di sviluppo rurale per le zone svantaggiate (indennità compensativa)    

In riferimento al comune di Terni, non ricadente nel territorio della Comunità Montana si è provveduto a stipulare una convenzione per cui è delegata alla Comunità Montana tutta l’attività inerente la normativa in materia agricola.




Copyright© 2015 - Comunità Montana Valnerina - Via Manzoni 8 - 06046 Norcia (PG) P.I. 03051620544 - Softel Srl - Tutti i diritti sono riservati.