La Regione dell’Umbria con legge regionale 19 novembre 2001 n. 28 “Testo unico regionale per le foreste”modificata ed integrata con legge regionale 15 aprile 2009 n. 9

 ha provveduto a disciplinare organicamente le azioni e gli interventi diretti alla qualificazione e sviluppo del settore forestale, della salvaguardia degli alberi e della flora spontanea e del territorio sotto l’aspetto idrogeologico.  

Con il regolamento di attuazione 17 dicembre 2002 n. 7 integrato e modificato dal regolamento regionale  16 luglio 2012 n. 11 si è proceduto infine a definire nel dettaglio l’intera materia.  

In particolare la nuova normativa ridefinisce e disciplina le seguenti materie:  

TITOLO II – Norme in materia forestale ricomprendenti:
- Taglio di ceduazione dei boschi
- Progetti di taglio e piani di gestione forestale
- Pascolo nei boschi
- Patrimonio silvo-pastorale degli enti pubblici e delle proprietà collettive

TITOLO III- Norme per i terreni agrari ed i terreni saldi ricomprendente:
- Rimessa a coltura di terreni saldi ed estirpazione di arbusteti in zone sottoposte a vincolo Idrogeologico

TITOLO IV – Norme per i movimenti di terreno:
- Movimenti di terreno a vario titolo in zone sottoposte a vincolo idrogeologico

TITOLO V –Norme per i terreni pascolivi

TITOLO VI –Norme per l’arboricoltura da legno, per gli imboschimenti, per i  rimboschimenti e per la commercializzazione “alberi di Natale”

TITOLO VII – Viabilità rurale e forestale

TITOLO VIII
- Norme per la realizzazione e manutenzione delle infrastrutture a rete

TITOLO IX –Norme per i progetti speciali

TITOLO XI – Ditte boschive ed operatori forestali ricomprendente:
-Elenco ditte boschive idonee alla utilizzazione dei boschi conto terzi
-Elenco degli operatori forestali (utilizzatori motoseghe)

TITOLO XII- Protezione degli alberi e della flora spontanea
Ferme restando alcune funzioni di carattere prevalentemente programmatorio rimaste in carico alla Regione, il resto delle funzioni è stato trasferito agli Enti competenti per territorio, intendendo per essi le Comunità Montane ed i comuni non ricadenti in alcuna Comunità Montana.

- Titolo IV – Norme per i movimenti di terreno: per gli interventi ricadenti in zona non agricola l’istanza va indirizzata al sindaco del comune competente ( art. 109 del R.R. 07/02)
- Titolo XII- Protezione degli alberi: per gli interventi ricadenti in zona non agricola l’istanza va indirizzata al sindaco del comune competente ( art. 3 comma 4 L.r. 28/01)

In riferimento al comune di Terni, non ricadente nel territorio della Comunità Montana si è provveduto a stipulare una convenzione per cui è delegata alla Comunità Montana la sola gestione delle procedure autorizzative riferite ai titoli II,V,VI,IX,XI per cui le relative istanze vanno presentate alla Comunità Montana, mentre per i titoli III,IV,V,VII,VIII,XII le istanze vanno presentate al Comune di Terni – Direzione Ambiente – Via Piero della Francesca,4 – TERNI




Copyright© 2015 - Comunità Montana Valnerina - Via Manzoni 8 - 06046 Norcia (PG) P.I. 03051620544 - Softel Srl - Tutti i diritti sono riservati.